Archivi autore: Padre Dimitri (Fantini)

Informazioni su Padre Dimitri (Fantini)

Editore di Ortodossia.info

S.Gregorio il Decapolita

Questo articolo è stato pubblicato in Testi & Documenti il da .

San Gregorio nacque alla fine dell’VIII sec. in una delle città della Decapoli di Isauria, chiamata Irenopolis. Grazie alla pietà e alle cure di sua madre, il ragazzo ricevette una educazione elementare sufficiente e, all’età di otto anni, mostrò una netta preferenza per lo studio delle Sacre Scritture e la frequentazione della Chiesa.

Continua a leggere

Share

Moleben d’intercessione in caso di epidemie

Questo articolo è stato pubblicato in PREGHIERE il da .

Moleben in tempo di contagio e di epidemia mortale.
il Moleben inizia come di consueto.
Il Diacono recita la Grande Litania di pace ed aggiunge alle petizioni:
“Perchè non entri in giudizio verso i Suoi Servi, e non consideri le nostre iniquità, ma che ci purifichi, che sia misericordioso e che risparmi il popolo che ha peccato, preghiamo il Signore.

Continua a leggere

Share

S.Massimo il Confessore

Questo articolo è stato pubblicato in Santo del giorno il da .

Massimo il Confessore (Costantinopoli, 579/580 – Lazica, 13 agosto 662) è stato un monaco cristiano e teologo bizantino, venerato come santo dalle Chiese cattolica e ortodossa che lo ricordano il 13 agosto. È chiamato il Confessore perché i fautori del monotelismo, senza martirizzarlo, gli tagliarono la lingua e la mano destra con le quali egli aveva per parola e per iscritto difeso la fede ortodossa.

Continua a leggere

Share

Icona della SS.Madre di Dio “Che nutre il S.Bambino “

Questo articolo è stato pubblicato in Santo del giorno il da .

 

Questa icona era conservata nel Monastero-Lavra di S.Saba il Santificato  vicino a Gerusalemme.Prima della sua morte ( nel 531 )  il Santo  che un giorno il Monastero sarebbe stato visitato dal un regale pellegrino serbo di nome Saba, e a lui si doveva affidare la S.Icona e  a lui trasmettergli a sua santa benedizione. Nel 13° secolo il monastero fu visitato  da S.Saba Arcivescovo dei Serbi e a lui venne donata l’icona della Madonna della “SS.Madre di Dio nutrice” e l’icona di S.Giovanni il Damasceno o “SS.Madre di Dio delle tre mani”. Qualche tempo dopo il S.Arcivescovo Saba donò le due icone al monastero serbo di Chilandari al Monte Athos.L’Icona giunse in Russia  dal Monte Athos nel XIX° secolo e venne portata da un malato che venne guarito, in seguito la S.Icona nel 1862 salvò da un incendio la casa di un fedele.

Share

Preghiera al Santo Martire Varo per la salvezza delle anime non battezzate.

Questo articolo è stato pubblicato in PREGHIERE il da .

PREGHIERA A SAN VARO PER I MORTI NON-ORTODOSSI

Dopo le preghiere iniziali, con devozione:

O santo, mirabile martire Varo, che infuocato di zelo per il Re dei Cieli, lo hai confessato davanti ai tuoi torturatori e molto hai sofferto per lui! Ora la Chiesa ti venera come uno glorificato con la gloria del cielo da Cristo il Signore, che ti ha dato grazia abbondante per rivolgerti a lui con coraggio. E ora, stando di fronte a lui assieme agli angeli, nella gioia dell’alto, contemplando chiaramente la santissima Trinità, e godendo della luce increata, ricordati delle sofferenze dei nostri parenti che sono morti al di fuori della Fede, e accetta le nostre suppliche, e come hai interceduto per gli antenati non credenti di Cleopatra e li hai liberati dalle eterne sofferenze, ricorda quelli che sono morti non battezzati e sono stati sepolti in modo empio, e prega con zelo che possano essere liberati dall’oscurità eterna, affinché tutti possiamo, con una sola bocca e con un solo cuore, lodare il misericordioso Creatore nei secoli dei secoli. Amen.

Tratto dal blog “Cristianità ortodossa” di Marco M.Giorgi

Share